Smartworking: come scegliere la connessione giusta?

Che il 2020 abbia cambiato le nostre abitudini è ormai un dato di fatto. Ogni azienda, lavoratore, studente ha dovuto riorganizzare la propria quotidianità all’interno delle mura domestiche, affrontando un problema passato spesso in secondo piano: la potenza della rete Internet domestica. 

L’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano ha riportato che il lockdown ha coinvolto un totale di 6,58 milioni di lavoratori agili, un dato che corrisponde a circa un terzo dei dipendenti italiani, molti dei quali si trovano ancora tutt’oggi a lavorare da remoto. 

Connettere diversi dispositivi (pc, tablet, smartphone etc) contemporaneamente alla propria rete Internet domestica ne impatta inevitabilmente le prestazioni. Per questo motivo, è di fondamentale importanza dotarsi di una connessione stabile e adatta per permettere a tutti i membri della famiglia di poter svolgere al meglio le proprie mansioni, specialmente in àmbito smart working. Di seguito, vi offriamo una panoramica delle principali tipologie di connessione offerte da Nexim.

  • Una semplice connessione ADSL può arrivare a 20 mb/s di download e a 1 mb/s di upload. E’ una velocità tollerabile se il lavoro richiede semplicemente lo scambio di email e la creazione di documenti. Tuttavia, specialmente durante il lockdown, è aumentata l’esigenza da parte delle aziende di organizzare un numero sempre più ingente di video conference, ad esempio per agevolare il coordinamento del lavoro dei propri dipendenti. In questo caso, una semplice linea ADSL può presentare non pochi problemi.
  • La connessione più veloce disponibile sul mercato è quella in fibra ottica FTTH (Fiber to the home), perfetta per il telelavoro. La velocità di download arriva a fino 1 Gbt/s, mentre quella di upload fino a 300 Mb/s. Questa tipologia di connessione è ideale per coniugare telelavoro, streaming, gaming, e-learning garantendo comunque alte prestazioni. Un ulteriore vantaggio è rappresentato dalla maggiore stabilità della linea.
  • Non tutto il territorio nazionale è coperto dalla fibra ottica. Una valida alternativa è sicuramente la connessione FTTC (Fiber to the cabinet): la fibra collega la centrale all’armadio ripartilinea, il quale è a sua volta collegato all’abitazione per mezzo di cavi in rame. Ne esistono due tipologie: quella EVDSL raggiunge i 200 Mb/s in download e i 20 Mb/s in upload, mentre la VDSL arriva a 100 Mb/s in download e a 20 Mb/s in upload.
  • Un’ulteriore tipologia di connessione che sta prendendo piede in Italia è sicuramente la FWA (Fixed Wireless Access), ovvero la connessione tramite onde radio che richiede solamente l’installazione di un’antenna e che permette di raggiungere anche le aree rurali e suburbane, quindi è la soluzione ideale per i lavoratori che si trovano a gestire lo smart working nelle aree più remote. La velocità di download arriva fino a 100 Mb/s, quella di upload può arrivare fino a 50 Mb/s a seconda della zona.

Vieni a scoprire se la tua abitazione è coperta dai servizi sopracitati (bastano pochi secondi e un paio di click, ti basterà solamente inserire il tuo indirizzo!) e scopri le offerte Nexim dedicate: 

Nexim – Verifica copertura della tua zona e attiva la tua offerta internet

Add Comment